venerdì 1 gennaio 2021

La Brexit: per sport e non sul serio

 

                            La sublime indifferenza di Jacob Rees-Mogg  durante il dibattito sulla Brexit.

La guerra, la rapina organizzata, che produce schiavitù, produce ricchezza in maniera più onorevole del lavoro, in maniera circolare, perché il lavoro diventa condizione servile.

Con la schiavitù, risolvendo il problema dell'economia, i cittadini delle poleis della Grecia antica scoprono la politica e lo sport.

 Lo sport e le olimpiadi nascono in Grecia perché c'è la schiavitù, chi fa sport ha tempo libero, non lavora; la fatica fisica, perdendo ogni scopo utile si trasforma in qualcosa d'altro, ha la possibilità di diventare piacere

Lo sport nato da una economia schiavistica di rapina ne mantiene, secondo Veblen, ( La teoria della classe agiatai caratteri:  aggressività, inganno, competizione.

Non a caso gli sport moderni nascono in Inghilterra. il calcio la box, la caccia alla volpe abbandona lo scopo utile per cui è nata la caccia, ne è parodia, gioco e rituale della upper class.

L'arte, il bello, e tutto ciò che non ha finalità di utilità è signorile.  Il lusso lo spreco, la sublime indifferenza verso il denaro è signorile, che a ben vedere è una contraddizione, è indifferenza e disprezzo verso quello che la rende possibile, la ricchezza il denaro. La vera signora non parla mai di piedi né di denaro. si dà per scontato che ne abbia tanti. E quindi può passare il suo tempo a spenderlo senza mai occuparsene o tantomeno parlarne.  

Il gentleman inglese è un dilettante che non fa niente sul serio, tutto per sport, incompetente per definizione perché non ha bisogno di essere un professionista di niente, non ha bisogno di lavorare.  

Mi venivano in mente queste cose riflettendo sulla Brexit e leggendo i giornali inglesi e le analisi che essi stessi ne danno, come sia nata della incompetenza e arroganza tipica della ruling class inglese, un prodotto delle public schools, Eton Oxford da cui tutti i protagonisti di questa vicenda sono usciti. Johnson, Dominic Cummings, Nigel Farage, Jacob Rees-Mogg.

Opinion | The Malign Incompetence of the British Ruling Class - The New York Times (nytimes.com)

https://www.theguardian.com/commentisfree/2020/dec/27/history-britain-ruling-class-created-crisis-boris-johnson-brexit-covid

How Oxford University shaped Brexit — and Britain’s next prime minister | Financial Times (ft.com)

congiunzione micidiale tra eccellente educazione aristocratica e populismo, e  ignoranza e povertà delle zone rurali e periferiche. ….il fatto che Johnson abbia dichiarato più volte "fuck the business".

La Brexit non ha motivazioni economiche, ma politiche: il controllo, padroni in casa propria, sovranità.

Meglio essere liberi e poveri che servi di Bruxelles.  (poveri loro, Johnson, Dominic Cummings, Nigel Farage, Jacob Rees-Mogg in ogni caso non lo diventeranno, sulla Brexit hanno costruito carriera, fama, potere, denaro, poveri se mai diventeranno tutti gli altri.)

Che abbia ragione lui? Che abbia ragione Johnson a guardare oltre l'economia? La politica non deve sempre seguire pedissequamente l'economia! Non è il fine ultimo della politica il superamento dell'economia? …non è tutto il pensiero di Marx un partire dall'economia per svuotarla di significato? costruire una società in cui sarà dato ad ognuno secondo il suo bisogno e non secondo i suoi meriti economici. …la cuoca a capo dello stato…etc

siamo noi che abbiamo una prospettiva di schiavi, e pensiamo solo ai soldi, tappetino di Macron e della Merkel?