martedì 17 settembre 2019

Il motivo è lo stesso ma la donna annegata è un'altra.

Millais, Ofelia, Tate Gallery London.


Ancora prima di   Propp, Joseph Bédier aveva riconosciuto nelle fiabe popolari fattori variabili e fattori
costanti. Gli invarianti, che  Bédier chiama “motivi”, e diventeranno in Propp “funzioni”,
rappresenterebbero le unità elementari, che in varie combinazioni  danno vita a nuovi intrecci.
Non è sempre facile individuare questi elementi costanti perché appunto variano. 
Sta di fatto che empiricamente riconosciamo nelle narrazioni una somiglianza nella diversità. 
Capita ogni tanto di fare queste riflessioni sull'equivalente  contemporaneo delle fiabe popolari, la marea
sterminata delle narrazioni disponibili in tv e su Youtube. 
Per esempio mi è capitato di vedere una sera dopo l’altra  "The woman in brown" un film
americano del 1948 e “The wench is dead” tratto d un libro di Colin Dexter del 1989
della serie dell'ispettore Morse e tradotto in italia da Sellerio
(La fanciulla è morta). 


https://www.youtube.com/watch?v=1WIbrbWCSE0

 Individuiamo motivi simili : La donna annegata , il contesto giudiziario, il motivo cruciale dell’identificazione, “chi è veramente
la donna annegata?.    (ci sono anche altri motivi di somiglianza, la tecnica narrativa , entrambe le narrazioni consistono in una
rievocazione e mescolano i livelli temporali dell’ adesso con l allora. La tematica, la prevenzione dei giudici nei confronti della
classe sociale bassa degli accusati)


The woman in brown: Un barone vuole acquistare tutti i terreni dei vicini , i contadini si
rifiutano di lasciare la terra. Il barone  approfitta della scomparsa di una ragazza e
accusa i contadini di averla sgozzata per liberarsi di loro. La storia viene ricostruita 
interamente attraverso
gli interrogatori degli avvocati nell'aula di un tribunale. Quando un corpo della donna scomparsa riappare dal fiume e la madre
riconosce la figlia, che non presenta tuttavia segni di tagli alla gola, il  pubblico ministero non trova altro di meglio per dimostrare
che quello non è il corpo della fanciulla scomparsa di accusare la madre di essere folle. 
Alla fine  i contadini verranno assolti.
In “The wench is dead” dei barcaioli sono accusati dell'omicidio di una donna da loro trasportata su un barcone nel canale 
da Oxford a Londra. 

Morse dimostra a posteriori 150 anni dopo che in realtà la donna ripescata dal canale non è quella ritenuta scomparsa ma un’ altra. 
Il marito della donna ha procurato un cadavere di un'altra donna,   l'ha vestita coi panni della moglie e lui stesso riconosciuta come
sua moglie per incassare i soldi dell'assicurazione, mentre ovviamente è viva e vegeta.
Basandosi i giudici sulla testimonianza del marito e non di altri, ritengono
i barcaioli colpevoli, che vengono impiccati,
Non sappiamo  ovviamente se Colin Dexter  conoscesse il film The woman in Brown del 48, anche se non è improbabile,quello che
sorprende è l'estrema somiglianza del motivo della donna annegata  e dell'ambientazione processuale , ma ovviamente non può
essere accusato di plagio, ha ribaltato il motivo della donna annegata, nella storia di Dexter la donna annegata non è la stessa
scomparsa, ma  i giudici ritengono invece che lo sia, nel film del 48 era la stessa ma i gli avvocati volevano farla passare per un’ altra. 
 Insomma la storia  si ripete ma la combinazione è diversa.