giovedì 1 ottobre 2015

L’uccello e la prova dell’esistenza di dio e di come l’omosessualità non sia nei suoi piani

"L’omosessualità non riflette il disegno originale di Dio". Ipse dixit Il teologo riformista Kasper.  Nell’intervista al Corriere della Sera del  1 ottobre 2015

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_ottobre_01/teologo-riformista-kasper-gay-si-nasce-no-fondamentalisti-nome-vangelo-28db8158-6800-11e5-8caa-10c7357f56e4.shtml

                                  Il Cardinale Walter Kasper

 1-Chiudo gli occhi e vedo uno stormo di uccelli.
la visione dura un secondo o forse meno; non so quanti uccelli ho visti.
Era definito o indefinito il loro numero? Il problema implica quello dell'esistenza di Dio.Se Dio esiste, il numero è definito, perché Dio sa quanti furono gli uccelli.Se Dio non esiste, il numero è indefinito, perché nessuno poté contarli.In tal caso, ho visto meno di dieci uccelli (per esempio) e più di uno, ma non ne ho visti nove né otto né sette né sei, né cinque né quattro né tre né due. Ho visto un numero di uccelli che sta tra il dieci e l'uno, e che non è nove né otto né sette né sei né cinque, eccetera.Codesto numero intero è inconcepibile; ergo, Dio esiste.

                                              J. L. Borges.

                          Autore dell'Argumentum Ornithologicum
 


2-ora chiudo gli occhi e mi concentro su un uccello, per la verità io non vorrei pensare a questo uccello ma questa immagine continua a tornare tormentosa nella mia mente, mi turba è un uccello grande, grosso, rosso, bello, turgido, un po’ umido morbido, vorrei prenderlo agguantarlo impossessarmene eliminarlo dalla mia mente, divorarlo farne parte di me del mio corpo, dio come vorrei questo  uccello, se l’omosessualità fosse nei piani di Dio riuscirei a eliminare l’immagine tormentosa dell’uccello e vivere finalmente in pace, ma non ci riesco, ergo l’omosessualità non è nei piani di Dio. Amen Mymosa Moon  

Nessun commento:

Posta un commento