giovedì 25 ottobre 2012

Chi è la baronessa di Brescia, molto ..oia, discendente dalla Beata Crocifissa di Rosa che ama prenderlo nel sedere da scrittore newyorchese?Who is the Baroness of Brescia, slightly bitch, descendant from the Blessed Crocifissa Rose who loves taking it in the ass by a New York writer?


Chi è la baronessa di Brescia, molto ..oia, discendente dalla Beata Crocifissa di Rosa che ama  prenderlo nel sedere da scrittore newyorchese?
Dovete sapere che la vostra Mymosa Moon era la settimana scorsa a Cipro, per godersi un po’ di mare e di sole , mentre nella sua città dell’Italia del Nord, Brescia appunto, è già arrivato l’autunno. Spiaggia piena di vecchie coppie inglesi che sembravano venuti in massa dalle villette a schiera di Tunbridge Wells, Mymosa Moon pur non giovanissima abbassava drammaticamente l’età media, e di quelle che sembravano badanti ucraine delle suddette coppie, erano invece le mogli dei nuovi magnati russi, Cipro è una delle loro mete preferite e non c’entravano coi vecchietti inglesi, Cipro nonostante la guida a sinistra e due basi militari inglesi, è ormai una enclave degli amici di Putin. Dunque Mymosa era lì col suo bell’ombrellino  e sdraio, in completo incognito, e un libro in mano, l’ultimo  di Edmund White, Jack Holmes and his friends (Bloosmbury, pubblicato in Italia da Playground)), in inglese per non dare nell’occhio e lo ha fatta sobbalzare l’inaspettata sorpresa  di trovare in questo romanzo ambientato nella New York degli anni sessanta settanta un personaggio, Pia, proveniente dalla provincia italiana, di una città come quella di Mymosa Moon Brescia, appunto, totalmente fuori dal giro del Gran tour anglofilo in Italia, ma quello che l’ha colpita di più, oltre ai dettagli minuziosi con cui viene descritta la sodomizzazione di tale baronessa, il dettaglio molto preciso che tra i suoi antenati ci sia una tale Crocifissa di Rosa. Qualcuno ha delle ipotesi a cui si può essere ispirato Edmund White? Pia la da via a solo quelli che gliela chiedono, un po’ come D’Alema, che si candida solo se glielo chiedono,  cosicché quando scopre di avere preso le piattole ad averle passate al suo amico, confessa di averle a sua volta prese da uno dei delivery boys negri che le portano la pizza a casa. Bei tempi negli anni settanta che il peggio che si potevano prendere erano le piattole.
Edmund White è uno dei principali e venduti scrittori gay americani, questo suo ultimo libro è diviso in tre parti, la prima in terza persona, è incentrato sul giornalista Jack Holmes, che dalla sua città d’origine, nella provincia americana, dopo il college, si trasferisce a New York, dove si innamora di una suo collega, l’aspirante scrittore Will Wright, essendo l’amore non corrisposto Jack , finisce con l’accettare la propria  omosessualità, senza però riuscire a trovare una dimensione affettiva e di relazione, ma confinandola a dimensione puramente  sessuale, coltivando, parallelamente   l’amicizia con Will e con una donna dell’ambiente Upper Class di New York. Alex.  E’ inevitabile che Jack faccia incontrare Will e Alex, che i due si mettano assieme e che lascino Jack, il terzo escluso  nella ripetizione del triangolo edipico
La seconda parte è narrata in prima persona dal personaggio Will,. Will sposato con Alex continua a lavorare a New York ma vive con la famiglia nella sua tenuta di campagna a un’ora di treno dalla metropoli. Dopo anni , in cui ha perso contatti con Jack lo rincontra, lo invita a cena a casa sua, Jack porta un’amica italiana, la Pia, appunto con cui Will inizia un’avventura adulterina. Lasciata alle italiane il ruolo di donne un po’ puttane, (c’è un altro personaggio quello di Beatrice, corrispondente   da New York di un giornale comunista romano che organizza orgia parties a New York) dopo aver preso le piattole e lo  scolo, Will alla fine rientra nel nido famigliare.
Terza parte in terza persona , New York di questi anni, Jack e Will si rincontrano dopo tanti anni, , Will ha un figlio gay che vuol fare l’attore e che probabilmente verrà aiutato nella carriera dal nuovo partner di Jack, un influente e famoso operatore dell’ambiente teatrale americano. La gente non si scambia più solo le piattole e Jack e il suo partner sono attivisti importanti nelle charities americane per l’AIDS,  la Pia  è tornata a vivere in Italia, anche la baronessa bresciana  è una importante figura nella lotta alla malattia.
Forse non è il migliore dei libri di White, i personaggi sono un po’ stereotipati, compreso il ruolo di ..oie delle italiane, il paralleo gay /etero un po' già visto,  ma le battute sono fulminanti, la narrazione leggera, e anche  il peggiore libro di un grande scrittore è sempre una gioia e un grande divertimento.


                                                                       Edmund White 

This is a Google translation, forgive the errors

Who is the Baroness of Brescia, slightly bitch,  descendant from the Blessed Crocifissa Rose who loves taking it in the ass by a New York writer?

You have to know how that your Mymosa Moon was last week in Cyprus, to enjoy a little sea and sun, while in her home town in northern Italy, Brescia in fact, is already autumn . Beach full of old British couples who seemed to come en masse from semidetached houses in Tunbridge Wells, (Mymosa Moon though not dramatically young, lowered the average age), and what looked like Ukrainian caregivers of these couples, but who  were instead the wives of the new Russian tycoons , Cyprus is one of their favorite destinations, Cyprus despite driving on the left and having two British military bases, is now an enclave of the friends of Putin. So Mymosa was there with her umbrella  and chair, in full disguise, and a book in hand, the last of Edmund White, Jack Holmes and his friends (Bloosmbury, published in Italy by Playground)), in English so as not to be conspicuous, among the British crowd, She jumped at  the unexpected surprise to find in this novel set in New York in the sixties seventies, a character, Pia, from the Italian province, a city like Mymosa Moon’s  Brescia,  totally out of the Italian Grand Tour, but what struck her the most, besides the intricate details that describes the sodomy of the Baroness, the very precise detail that among the baroness’s ancestors there is a Crocifissa di  Rosa. A real local saint. Who gave White this information?  Does anyone have any idea who the baronessa may be?   Pia sleeps with almost everyone, so when he discovers that he got  the crabs from her, she candidly confesses (to Jack) to have them got  from one of the black delivery boys that bring her the pizza home. Happy times  the seventies, the worst you could get,  were crabs.
Edmund White is one of the leading writers and bestselling  gay American writers,  his latest book is divided into three parts, the first in the third person, focuses on journalist Jack Holmes, who after college  moves to New York, where he falls in love, non-corresponded,  with a colleague, the aspiring writer Will Wright, Jack ends up accepting his homosexuality, but confining it to the purely sexual dimension, nurturing parallel friendship with Will and with a woman of Upper Class New York. Alex. It’s inevitable that Will and Alex meet, that the two fit together and they leave Jack, the third excluded one in the repetition of the Oedipal triangle
The second part is narrated in first person by the character Will. Will has married Alex, continues to work in New York but lives with his family in their country estate about an hour train from the metropolis. After years in which he lost contact with Jack, he reencounters him,  invites him to dinner at his house. Jack takes an Italian friend, the Pia, with whom Will begins an adulterous affair  Having established  the role of Italian women as slightly whores, compare to the puritan Americans,  (there is another character the Beatrice, New York correspondent of a Italian communist newspaper that organizes orgy parties in New York) after taking the crabs and the clap, Will at the end returns to  the family nest.
Third part,  in the third person, New York in recent years, Jack and Will meet again after so many years, Will has a gay son who wants to be an actor and probably will be helped in his career by the new partner of Jack, an influential and famous American theater director. People do not exchange more than just crabs and Jack and his partner are important activists in the U.S. charities for AIDS, Pia has returned to live in Italy, the Baroness of Brescia is also an important figure in Italy, in the fight against the disease.
Perhaps is not the best books of White, the characters are a bit stereotyped, including the role of  Italian women, the parallelism gays straights a bit déjà vu, , but the jokes are withering, narration light, and even the worst book by a great writer is always a joy and great fun to read.



Nessun commento:

Posta un commento